Calvizie

Calvizie o alopecia è una tipologia di perdita di capelli dovuta ad una suscettibilità del follicolo pilifero.

Le calvizie colpiscono sia uomini che le donne e sono un problema serio che ha conosciuto una crescita esponenziale nel tempo.

L’incremento dei casi di alopecia porta con sé problemi di autostima e influisce sull’immagine che abbiamo di noi stessi.

La perdita dei capelli è un problema serio che comporta il venir meno della bellezza, dell’attrattiva sessuale e del successo professionale, oltre che dell’autostima e della capacità di rapportarsi con gli altri.

Le calvizie non sono solo un problema estetico ma anche patologico e psicologico.

Nella maggior parte dei casi perdere i capelli comporta alterazioni della percezione di sé.

Calvizie: quali sono le cause?

Determinare l’origine e le cause delle calvizie è essenziale prima di optare per un trattamento per capelli contro la caduta dei capelli.

La perdita dei capelli può essere il risultato di ereditarietà, cambiamenti ormonali, condizioni mediche o farmaci.

Chiunque può sperimentare la caduta dei capelli, ma è più comune negli uomini.

Il fattore età incide sul diradamento dei capelli.

Le persone in genere perdono circa 100 capelli al giorno, si tratta di un ciclo di crescita e di caduta dei capelli oltre che di distruzione del follicolo pilifero e di sostituzione del tessuto cicatriziale.

La perdita dei capelli è in genere correlata a uno o più dei seguenti fattori.

Storia familiare (eredità)

La causa più comune della perdita dei capelli è una condizione ereditaria chiamata calvizie maschile o femminile.

Di solito si verifica gradualmente con l’invecchiamento.

Cambiamenti ormonali e condizioni mediche

Una varietà di condizioni può causare la perdita permanente o temporanea di capelli, inclusi cambiamenti ormonali dovuti a gravidanza, parto, menopausa e problemi alla tiroide.

Le condizioni mediche includono l’alopecia areata (al-o-PEE-she-uh ar-eA-tuh), che provoca perdita di capelli a chiazze, infezioni del cuoio capelluto come tigna e un disturbo da stiramento dei capelli chiamato tricotillomania (trik-o-til-o- MAGGIO-nee-uh).

Farmaci e integratori

La perdita dei capelli può essere un effetto collaterale di alcuni farmaci, come quelli usati per il cancro, l’artrite, la depressione, i problemi cardiaci, la gotta e l’ipertensione.

Radioterapia

I capelli potrebbero non ricrescere come prima.

Shock fisico ed emotivo

Molte persone sperimentano un diradamento dei capelli dopo uno shock fisico o emotivo. Questo tipo di perdita dei capelli è temporaneo.

Alcune acconciature e trattamenti

Trecce o treccine, possono causare una perdita di capelli chiamata alopecia da trazione.

Trattamenti e permanenti capelli possono causare infiammazione dei follicoli piliferi che porta alla loro caduta.

Se si verificano cicatrici, la perdita dei capelli potrebbe essere permanente.

 

Calvizie: Fattori di rischio

Numerosi fattori possono aumentare il rischio di caduta dei capelli, tra cui:

  • Storia familiare di calvizie
  • Età
  • Significativa perdita di peso
  • Alcune condizioni mediche, come il diabete e il lupus
  • Fatica

 

Calvizie: quali sono i sintomi?

I sintomi tipici della perdita di capelli possono includere:

Assottigliamento graduale

Questo è il sintomo più comune e tipico delle calvizie, che colpisce sia uomini che donne.

Punti calvi circolari o irregolari

Alcune persone sperimentano punti calvi, questo tipo di perdita di capelli colpisce solo il cuoio capelluto.

In alcuni casi, la pelle appare irritata prima che i capelli cadano.

Macchie di diradamento

Questo sintomo può essere accompagnato da capelli spezzati, arrossamenti e prurito della cute.

 

È bene consultare un tricologo se si nota una perdita di capelli improvvisa o irregolare o una cospicua perdita di capelli

La caduta improvvisa dei capelli può segnalare una condizione medica di base che richiede un trattamento.

 

Calvizie: Prevenzione

La maggior parte della calvizie è causata dalla genetica (calvizie maschile e calvizie femminile). Questo tipo di perdita di capelli non è prevenibile.

Ecco i validi suggerimenti che possono aiutare a prevenire alcune forme di calvizie:

  • evitare trecce, chignon e coda di cavallo,
  • evitare di sfregare o tirare i capelli,
  • massaggiare delicatamente i capelli durante il lavaggio e la spazzolatura. Un pettine a denti larghi può aiutare ad evitare la caduta dei capelli,
  • evitare trattamenti aggressivi come piastre, arricciacapelli, trattamenti con olio caldo e permanenti,
  • evitare i farmaci e gli integratori che potrebbero causare la caduta dei capelli,
  • proteggere i capelli dalla luce solare e da altre fonti di luce ultravioletta,
  • smettere di fumare. Alcuni studi mostrano un’associazione tra fumo e calvizie negli uomini,
  • evitare diete restrittive: le diete ipocaloriche e un’alimentazione poco varia compromettono la salute dei capelli. Non bisogna sottovalutare i quantitativi di proteine introdotti nella dieta, che aiutano a ricostituire e a fortificare la cheratina dei capelli, unghie e peli,
  • introdurre gli amminoacidi, le vitamine, i polifenoli, l’inositolo, i minerali e gli Omega 3 per assicurare la salute della chioma e contrastare l’insorgenza delle calvizie.

 

Calvizie: Diagnosi

  • Esame del sangue, può aiutare a scoprire le condizioni mediche legate alla caduta dei capelli.
  • Biopsia del cuoio capelluto. Il medico raschia i campioni dalla pelle e, grazie all’estrazione di determinati peli, esamina le radici dei capelli. Questo può aiutare a determinare se un’infezione sta causando la caduta dei capelli.
  • Microscopia ottica, il medico utilizza uno strumento speciale per esaminare i capelli. La microscopia ottica aiuta a scoprire possibili disturbi del fusto del capello.

 

Informazioni e prenotazioni