Tricopigmentazione Genova

Famosa per il suo porto e il bellissimo Acquario, Genova è una città conosciuta per la sua importante posizione a livello marittimo e commerciale.

La città però è anche nota per la bellezza delle sue architetture quali: la Cattedrale di San Lorenzo, i Caruggi, il teatro lirico Felice e la fontana in bronzo che si trova in piazza Ferrari. Genova è una città molto grande e che offre molti servizi a chi vive nelle vicinanze e a coloro che si trovano in Liguria.

Tra i vari servizi che si possono trovare in città ci sono quelli in campo estetico. Tra i più richiesti del momento c’è ad esempio: la tricopigmentazione Genova. Ma come funziona la tricopigmentazione? Scopriamolo insieme.

tricopigmentazione genova

Tricopigmentazione: cos’è e quali le tecniche?

La tricopigmentazione per chi soffre di calvizie, perdita dei capelli, alopecia o di malattie specifiche, è una soluzione estetica rapida e dai costi accessibili per riuscire a ottenere un effetto naturale che ricrei sul capo la presenza dei capelli.

La tricopigmentazione grazie all’uso di uno strumento specifico con un ago sottile e di pigmenti (solitamente color cenere), si riesce a ricreare o l’effetto rasatura sul capo o densità. L’effetto rasatura viene effettuato inoculando i pigmenti sottopelle con tanti puntini che ricreano proprio la sensazione che i capelli siano stati appena rasati.

L’effetto densità invece è pensato che le donne e gli uomini che hanno solo delle chiazze vuote sul capo. In questo caso con i pigmenti si va a creare un effetto naturale, di riempimento delle zone, ricreando in modo tridimensionale l’effetto dei capelli, dove ci sono le chiazze vuote.

Differenze tra tricopigmentazione e tatuaggio capelli

La tricopigmentazione e il tatuaggio capelli, per diverso tempo sono state accumunate. In realtà queste due tecniche sono sostanzialmente differenti, inoltre il primo intervento ha un effetto finale più naturale e meno artificioso. La prima differenza che troviamo tra tricopigmentazione e tatuaggio è nella durata, per il primo è limitata a due anni, quindi l’intervento è reversibile, nel secondo caso invece l’intervento è permanente.

La seconda differenza è data invece dai materiali e dai pigmenti impiegati. Il dermografo infatti ha un ago più sottile e agisce meno in profondità, rispetto a quello usato per il tatuaggio. I pigmenti invece non contengono minerali (come succede nei tattoo tradizionali) ma sono anallergici, quindi idonei per ogni tipo di pelle.

Infine, la tricopigmentazione è pensata appositamente per agire sulla pelle del capo, quindi non va a rovinare o seccare il derma.

 

Informazioni e prenotazioni


About Consulente SEO Mauro Madonna

Mauro Madonna è esperto sul posizionamento dei motori di ricerca, consulente SEO, e da anni lavora sul mondo del trucco permanente e tricopigmentazione. Vuoi aumentare la tua visibilità su Google? Allora contattami al 3398993565

Guarda anche

tricopigmentazione trento

Tricopigmentazione Trento

Trento, capoluogo del Trentino Alto Adige, è una città che si presenta ampia e ricca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *